giovedì 31 maggio 2018

Tremano Berlusconi e tutti i politici inquisiti. M5s e Lega istituiscono il codice etico per i politici. No condannati e conflitto d'interessi


Un codice etico per i membri del consiglio dei ministri: via se hanno condanne, se sono massoni o sono in conflitto di interessi con “la materia oggetto di delega”. E questa una delle novità dell’ultima bozza del contratto di governo Lega-M5s, una versione su cui Luigi Di Maio e Matteo Salvini stanno discutendo in queste ore e che deve ancora ricevere il via libera ufficiale.


Nessun commento:

Posta un commento

"I beni di Mafia Capitale per i cittadini senza casa". Capolavoro Raggi, cosi da un calcio nel sedere alla malavita

Roma vara per la prima volta nella sua storia un regolamento per la gestione dei beni confiscati alle mafie. È un momento importan...