martedì 22 maggio 2018

900MILA EURO DI VITALIZIO PER 4 ANNI DA DEPUTATO: ECCO PERCHE' SCALFARI NON VUOLE IL M5S AL GOVERNO


LINK SPONSORIZZATO




“Pochi se lo ricorderanno. Eugenio Scalfari, il più famoso giornalista italiano vivente, è stato anche un politico in una parte assai breve della sua lunga carriera.



Eletto nel partito socialista, fece il deputato fra il 1968 e il 1972, quattro anni prima di fondare Repubblica”. Inizia con un j’accuse contro il fondatore di Repubblica l’inchiesta di Franco Bechis su Libero sui vitalizi degli ex parlamentari che, nel corso degli ultimi decenni, hanno percepito molto di più di quanto hanno versato.

Grazie a questi pochi anni da deputato Scalfari prende ogni mese un assegno lordo di 2.162,52 euro. “Non è un granché, e Scalfari – scrive Bechis – manco se ne accorgerà: le sue finanze dipendono sicuramente da altro. Però tutti insieme quegli assegnini- il famoso vitalizio degli ex onorevoli- hanno fatto negli anni un assegnone, superiore ai 908mila euro”. Una cifra ben superiore di quella che “la Camera stessa gli aveva messo da parte durante quella legislatura che fu pure sciolta anticipatamente”. “Fra quello che allora fu versato e quello negli anni incassato – spiega Bechis – c’è una differenza da 847mila euro, che mettono Scalfari ai primi posti della classifica dei re del vitalizio. Anche merito della sua buona salute e della evidente longevità”.

FONTE
IL GIORNALE

2 commenti:

  1. Credo che un po di demenza senile accompagnata da un arteriosclerosi dovute alla sua longevita'siano fisiologiche,come pure sia ora di cedere il passo a tanti giovani e valorosi giornalisti....forse liberi da tanti compromessi che inevitabilmente hanno accompagnato e condizionato una parte della sua lunga carriera!!

    RispondiElimina
  2. Vi siete dimenticati della liguidazione miliardaria che ha preso quando è andato via da La Repubblica.

    RispondiElimina

Giorgia Meloni mente sul finanziamento pubblico ai partiti: ecco il video che la sbugiarda. DIFFONDETE

«Meloni mente sul finanziamento pubblico ai partiti. Meloni mente, ha sempre mentito. Dice di combattere l’austerità europea, ma ha ...