martedì 22 maggio 2018

Prof di Harvard difende Conte e attacca: "Calunnia lanciata da renziano De Benedetti, a buona parte degli italiani piace essere disinformata"


Caso Conte, il professore di Harvard Francesco Erspamer interviene in difesa del premier indicato da M5S e Lega.




Ersparmer in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook definisce la notizia messa in evidenza da Repubblica del CV di Conte “pompato” un “attacco del gruppo del miliardario renziano De Benedetti”.

“A una buona parte degli italiani – osserva – piace venire disinformata – una volta si affidava ai preti, adesso ai giornalisti”.

Oggi come in passato, spiega, buona parte dei cittadini “non verifica, non ragiona, non legge i testi, neanche quelli sacri figuriamoci gli articoli, e si accontenta dei titoli e sottotitoli o dei riassunti tendenziosi proposti nelle prediche”.

Poi la critica a Repubblica:

“Lo accusano di avere millantato studi accademici a New York University, come se con una carriera come la sua ne avesse bisogno”.

“E per comprovarlo – continua – pubblicano un curriculum di cinque anni fa, 28 pagine molto fitte che nessuno leggerà”.

Il docente riprende una frase del pezzo del quotidiano di De Benedetti in cui si legge che “dall’anno 2008 all’anno 2012 (Conte,ndr) ha soggiornato, ogni estate e per periodi non inferiori a un mese, presso la New York University, per perfezionare e aggiornare i suoi studi”.

E commenta: “E allora? Con molta chiarezza si parla di ‘soggiorno’ (non del master menzionato dagli spacciatori di gossip): a Harvard concediamo spesso a dottorandi e studiosi stranieri la possibilità di accedere alle biblioteche e di partecipare ai pochi eventi che hanno luogo durante la pausa estiva”.

“Ovviamente – prosegue – non vengono registrati (se no dovrebbero pagare) ma mi pare giusto che chi le sue vacanze le passi, invece che in spiaggia alle Maldive o a Capalbio, facendo ricerca in una prestigiosa istituzione, poi menzioni la cosa nel suo curriculum”.

E conclude. “Cosa ben diversa rispetto alla piddina Valeria Fedeli, ministro dell’istruzione nel governo Gentiloni, che vantò un ‘diploma di laurea’ mai conseguito”.

8 commenti:

  1. Risposte
    1. un'ameba è un'ameba. Purtroppo l'ebreuzzo detiene la maggior parte delle testate e, sulla scia di Goebbles, le "sue notizie" le piazza ovunque....

      Elimina
  2. Se era un altro nome seppur illustre uguale come Conti, avrebbero trovato da ridire, su quanti strati di carta igienica consuma, era tutto previsto che; avrebbero scritto falsità, come è risaputo che non vogliono che si faccia questo governo.
    MATTARELLA e company, forse non vogliono ricordare che m5s, e Lega siamo oltre 18 milioni di persone incazzatissimi,che potrebbe trovarseli al Quirinale se non ci fa governare nella legalità più assoluta.

    RispondiElimina
  3. se per Voi De Benedetti è Credibile ? Allora O parliamo di CONTE INTEGERRIMO e PREPARATO, Oppure non PARLIAMO più di Nulla e TORNIAMO a VOTARE
    !

    RispondiElimina
  4. La credibilità di De Benedetti; come si fa credere a un personaggio che ha avuto una soffiata da Renzi e grazie a quella soffiata ha guadagnato 600 mila euro.

    RispondiElimina
  5. Mi aiutate ? NON RIESCO A FARE LOGIN NEL SITO ED IN ROUSSEAU . METTO DATI ESATTI. NON MI RICONOSCE. Anche volendo, non mi riconosce neanche se chiedo di cambiare password. LA MIA MAIL E' CON LIBERO E SONO UN VECCHIO ISCRITTO . Sapete dirmi a chi scrivere ? In realta' ho scritto a..tanti, ma nessuno mi aiuta. Prego scrivere in privato a frank mastrangelo su fb. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aiutarti non è facile, per fare ciò bisognerebbe entrare nel tuo PC e nella tua mail per constatare che tutto sia giusto, ma ciò comporterebbe una violazione della privacy, devi cercare qualcuno della tua zona che ti aiuti sedendosi accanto e non guardo le password quando accedi alla tua posta.

      Elimina
  6. Si continua a parlare della feccia della politica che ci ha governato fino a ieri e che hanno fatto i porci comodi loro.
    Mai come adesso il Governo del Cambiamento trova nel suo titolo la grande verità: stanateli tutti e mandateli a casa senza privilegi che non hanno i cittadini comuni. La Boldrini? un incarico a stipendio ridotto anche, nel Congo.

    RispondiElimina

"I beni di Mafia Capitale per i cittadini senza casa". Capolavoro Raggi, cosi da un calcio nel sedere alla malavita

Roma vara per la prima volta nella sua storia un regolamento per la gestione dei beni confiscati alle mafie. È un momento importan...