martedì 19 giugno 2018

"Incentivo per chi assume a tempo indeterminato". Capolavoro Di Maio, cosi vuol far ripartire il lavoro in Italia



Incentivi alle imprese “più adeguati” e legati alle assunzioni a tempo indeterminato.



E’ questa la direzione verso cui si sta muovendo il nuovo super ministero del Lavoro e dello Sviluppo economico guidato da Luigi Di Maio.

Il vicepremier in una intervista al Sole24Ore ha affrontato i punti principali del tema lavoro.

Tra questi il “decreto dignità”, che mira a favorire i contratti a tempo indeterminato, evitare che ci sia un ricorso indiscriminato ai rinnovi e, nelle parole di Luigi Di Maio, “far diventare l’Italia il paese europeo con la più avanzata normativa per i lavoratori della Gig economy”.

Quanto alla questione dei rider di cui si è parlato nei giorni scorsi, il Ministro del Lavoro ha fatto sapere che ieri ha “incontrato le aziende che si occupano di food delivery ed è emersa, sia dai rappresentanti delle aziende nazionali che internazionali, la disponibilità di avviare un percorso condiviso per la creazione di un contratto per chi lavora nel settore”.

“Non è mia intenzione – ha sottolineato – aprire un tavolo che duri all’infinito, se c’è la possibilità di chiudere con soddisfazioni delle parti si crea un percorso e si porta avanti”.

Per quanto riguarda gli incentivi alle imprese, il leader 5Stelle ha affermato che questi saranno legati alle assunzioni a tempo indeterminato. “Così si riesce a far ripartire il lavoro per i giovani e a creare sviluppo nel Mezzogiorno,” ha aggiunto.

Sul capitolo delocalizzazioni Di Maio ha dichiarato: “Assumeremo quella che verrà ritenuta la più efficace in termini di contrasto all’utilizzo indebito di risorse pubbliche. Ma resta chiaro l’intento di evitare che dopo aver preso incentivi statali le imprese lascino il nostro paese e abbandonino i lavoratori”.

3 commenti:

  1. Gentilissimo Sig. Luigi Di Maio ho avuto il piacere e l' onore come attivista della città di Biscegli, di conoscerla personalmente e di constatare la sua grande determinazione nel portare avanti il suo progetto che poi è diventato quello di tutti noi amanti del Movimento.. In qualità di Ministro del lavoro le chiedo gentilmente come madre di due figli grandi che lavorano purtroppo in condizioni a dir poco pietose per via del precariato, di perseverare sulla strada che lei ha intrapreso.. Mia figlia dopo essere stata assunta da una grande azienda, per un anno, ed essere stata usata in molti altri compiti che non le spettavano facendo orari a dir poco disumani, è stata mandata a casa con l' unica scusa che gli dispiaceva... Sottopongo questo caso alla sua attenzione che potrebbe essere benissimo quello di tanti nostri figli e sicura di una sua attenzione, le porgo i miei più sinceri auguri di un buon lavoro.. Grazie

    RispondiElimina
  2. Buona sera sono una mamma separata e senza lavoro apprezzo di dare lavoro ai giovani ma noi mamme con voglia di lavorare e tirare avanti una famiglia cosa dobbiamo fare penso che anche noi di un età che non possiamo andare in pensione meritiamo di avere il diritto e la dignità di un lavoro saluti

    RispondiElimina
  3. Carissimo Luigi ti ho conosciuto proprio qui nella mia città e ti ho stretto la mano e sono davvero orgoglioso di te dte e del Mov.5 stelle - la mia preghiera è quella di tanti padri e tante madri che hanno fatto sacrifici enormi per mantenere agli studi il proprio figlio/a per poi vederlo proiettato in una condizione precaria e senza futuro - mo figlio fa l'architetto a Milano ed è stato "assunto" da una ditta di costruzioni - è contento perchè si ta facendo le ossa nel campo a lui congeniale ma questi ragazzi lavorano nei cantieri solo a P.IVA guadagnano qualcosa i più di 1500€ ma da questo stipendio devono pagare affitti mostruosi e pure le tasse ed è una pratica largamente diffusa - è una situazione che penalizza e mortifica il loro lavoro e tutti gli anni di studi (compresi corsi di specializzazione e dottorati di ricerca) non vogliio tediarti più di tanto (non so nemmeno se leggerai questa mia) dico solamente AIUTIAMO QUESTI RAGAZZI !

    RispondiElimina

ALITALIA CHIEDE SCUSA AL PASSEGGERO RIMOSSO PER FAR POSTO ALLA BOLDRINI: quindi dove stava la ‘fake news’ cara Presidenta? Da quando in qua si chiede scusa per qualcosa che non è avvenuto?

“Niente prima fila, c’è un disabile”. Ma i posti sono per la Boldrini e il suo staff. E l’ex presidente della Camera replica così alle...